La dinastia farnesiana
relazione con galleria d’immagini

Con la visita alla mostra dei Farnese di due gruppi della Dante si è concluso l’interessante percorso ducale, organizzato nel mese di aprile 2022.

Antonella Ramazzotti, esperta e critica dell’Arte, ci ha illustrato nella conferenza dell’11 aprile la storia dell’insediamento della famiglia laziale a Parma, la costituzione del Ducato e la trasformazione della città in una delle piccole capitali dell’Italia più ricche di tesori e capolavori.

Le testimonianze visive del loro potere sono presenti ancor oggi, infatti possiamo citare la Pilotta, la Cittadella e, in Oltretorrente, le chiese dell’Annunciata, di Santa Maria del Quartiere, di Santa Maria delle Grazie.

Ricordiamo la dinastia dei Farnese a Parma

1468 – 1549   Alessandro Farnese Papa Paolo III

1503 – 1549    Pierluigi Farnese

1524 – 1586   Ottavio Farnese

1545 – 1592   Alessandro Farnese

1569 – 1622   Ranuccio I Farnese

1612 – 1646   Odoardo Farnese

1630 – 1694   Ranuccio II Farnese

1678 – 1727   Francesco Farnese

1679 – 1731   Antonio Farnese

Infine Elisabetta, ultima discendente legittima andata in sposa al re Filippo V di Borbone. La regina riuscì ad ottenere per i figli, Carlo prima e Filippo poi, la successione al ducato. E se Carlo fu duca di Parma (1731) per un brevissimo periodo, tuttavia questo passaggio non gli impedì di impoverire il territorio e di portare a Napoli molte ricchezze, eredità farnesiane di cui pensava di poter disporre a suo piacimento. Così si spiega la presenza della quadreria ducale a Capodimonte.

Ramazzotti ci ha poi guidato con competenza e passione alla scoperta di questa mostra molto articolata, complessa e ricca di materiali in esposizione (documenti scritti e iconografici, piante e progetti di edifici, plastici, quadri, statue, oggetti di rappresentanza, gioielli, armature).

Ma a certificare la loro grandezza basterebbero i quadri commissionati a Raffaello e a Tiziano giunti da Capodimonte ed esposti in galleria, che rappresentano Alessandro Farnese, prima nelle vesti di cardinale e poi di papa Paolo III.

Purtroppo il famosissimo dipinto del Papa con i nipoti Alessandro e Ottavio manca e questa assenza ci rammarica.

Lori Carpi

ultimo aggiornamento della pagina: 2 maggio 2022

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.