Una poesia di Federico Carnevali

Risveglio

Di fronte al buio
della notte
i pensieri affiorano sbiaditi
tediati dalle ombre
dell’oscurità.

Nel rumoroso silenzio
dell’esistenza
cammino disorientato
prostrato da una vita avulsa.

D’un tratto un fremito
pervade l’animo.
Crolla il cielo
si desta la terra.

È l’alba.

 

Federico Carnevali

 

Scrivere poesie non è facile, ma Federico Carnevali va controcorrente.

Le scrive e le scrive bene.

I giurati della Dante l’hanno conosciuto tanti anni fa quando frequentava le elementari e lo hanno premiato. E regolarmente, anno dopo anno, sono arrivati tanti suoi versi e tutti sono stati apprezzati.

Federico oggi è una matricola, perciò ci ha inviato fuori concorso una bella lirica dal titolo “Risveglio”.

La giuria stavolta non valuterà i suoi versi, ma tutti i soci e gli amici, che frequentano il nostro Sito, li potranno leggere.

Il Direttivo si congratula col giovane Carnevali e gli porge gli auguri più affettuosi per una brillante carriera universitaria.

ultimo aggiornamento della pagina: 17 settembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *