La Dante di Parma riparte
nel nome del Poeta

Il Presidente dott. Angelo Peticca ha il piacere di presentare ai soci e a tutti gli interessati le linee-guida e gli appuntamenti della Dante di Parma per la ripresa delle attività.

Il 2021 è in Italia e nel mondo l’anno delle celebrazioni dantesche: come è noto ricorrono i settecento anni dalla morte del Sommo Poeta (1321), in occasione dei quali sono state previste manifestazioni in tutto il territorio nazionale ed in molte città estere.

Sono state già infatti effettuate oppure sono in corso di svolgimento iniziative culturali che abbracciano ogni disciplina, giornate di studio e convegni, progetti culturali di ampio respiro.

La ricorrenza assume un’importanza particolare per noi della Dante di Parma, testimoni dal 1900 della grandezza del Poeta ed attuali rappresentanti di un copioso numero di soci, amanti, in particolare, della lingua e della letteratura italiana.

Nonostante la situazione epidemiologica ancora in atto e tenuto conto delle pertinenti disposizioni, abbiamo previsto un programma autunnale ricco di eventi culturali molto interessanti e diversi.

Iniziamo con la videoconferenza del prossimo lunedì 20/9 alle h. 16,30 con la dott.ssa Laura Lalli, studiosa del libro antico a stampa e curatrice delle collezioni librarie degli stampati antichi presso la Biblioteca Apostolica Vaticana, sul tema “La fortuna della Commedia nelle collezioni librarie della Biblioteca Apostolica Vaticana”. La conferenza verterà sulla fortuna della Commedia veicolata in alcuni tra i più antichi testimoni, manoscritti e a stampa, provenienti dalle collezioni librarie della Biblioteca Apostolica Vaticana.

Proseguiremo, poi, con l’annuale cerimonia di premiazione degli studenti e degli adulti che hanno partecipato al concorso per una lirica inedita (quest’anno dedicato al tema “Libertà”) prevista per il 23 e 24 settembre alle h. 16,00 presso APE Parma Museo, che gentilmente ci ospita presso l’Auditorium di via Farini n° 32/a.

Successivamente, domenica 26 settembre alle ore 17,00, abbiamo previsto, in collaborazione con la proprietà del castello di Tabiano, un suggestivo incontro in tale località per assistere alle conferenze di Isa Guastalla ed Italo Comelli “Di castello in castello” seguendo le peregrinazioni dell’esule toscano.

L’incontro, inoltre, prevede per gli interessati la visita al maniero alle h. 16,00, a pagamento.

Il 29 settembre, poi, all’interno delle manifestazioni per “Parma Capitale della Cultura”, si darà inizio, in collaborazione con il Forum Cultura e l’Associazione Voglia di Leggere, ad una serie di conferenze presso il Convitto Nazionale Maria Luigia per far scoprire alla città la bellezza e la ricchezza storica, artistica, letteraria e scientifica del Collegio.

L’iniziativa terminerà il 3 novembre 21 e, in tale lasso di tempo, vedrà l’impegno culturale, previsto per ogni mercoledì alle h. 17,30, spaziare su variegate argomentazioni attinenti la gloriosa struttura.

Proseguiremo, nell’ambito del Festival internazionale della Storia in Fidenza (a cui la Dante ha concesso il patrocinio) con la conferenza di Italo Comelli dal titolo “San Donnino, un martire protetto dagli imperatori” prevista per il pomeriggio del prossimo 22 settembre nel cortile del Municipio di Fidenza.

Infine, dal mese di novembre seguiranno i nostri tradizionali incontri con autori parmigiani che presenteranno le loro opere letterarie.

Pertanto, possiamo affermare che, nonostante i disagi della pandemia, la Dante di Parma è riuscita a dare al Sommo Poeta il giusto riconoscimento nella ricorrenza del settecentesimo anno dalla morte.

ultimo aggiornamento della pagina: 19 settembre 2021

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *