14 marzo – parole e musica
del maestro Alessandro Nidi

Download PDF

Il maestro Alessandro Nidi ci ha fatto la cortesia di partecipare all’incontro della Dante Alighieri, lunedì 14 marzo, per raccontare la sua passione di tutta una vita: la MUSICA.
Ci ha parlato delle tante facce della sua attività: musicista diplomato al Conservatorio in pianoforte, direttore d’orchestra, compositore di colonne sonore per il cinema e il teatro, coautore di spettacoli con attori e cantanti famosi come Maddalena Crippa, Adriana Asti e Lucio Dalla, animatore di laboratori nelle scuole.
Ci ha fatto capire sia la stretta connessione tra parole e musica sia la stupenda compiutezza del linguaggio musicale, che arriva al nostro cuore e sa suscitare mille emozioni anche senza supporti verbali.
Il suo intervento ha suscitato piacere e interesse fra il numeroso pubblico, che per un pomeriggio è stato rapito dalla voce e dalle note del maestro.
A ricordo di questo felice incontro pensiamo di fare cosa gradita riportando i versi di Eduardo Galeano, che Nidi ha cantato a chiusura della sua conferenza:

Quante volte sono stato dittatore?
Quante volte un inquisitore, un censore, un carceriere?
Quante volte ho proibito, a coloro che amavo di più, la libertà e la parola?
Di quante persone mi sono sentito il padrone?
Quante ne ho condannate perché hanno commesso il delitto di non essere io?
Non è forse la proprietà privata delle persone, più ripugnante della proprietà delle cose?
Quanta gente ho usato io che mi credevo così al margine della società dei consumi?
Non ho forse desiderato o celebrato segretamente la sconfitta degli altri, io che a voce alta me ne fottevo del valore del successo?
Chi è immune dal confondere suo fratello con un rivale e la donna che ama con la propria ombra?
Guerra di strada guerra dell’anima
Guerra di strada guerra dell’anima
Giorni e notti d’amore,
giorni e notti di guerra…

Testo di Eduardo Galeano

Musiche di Alessandro Nidi

ultimo aggiornamento della pagina: 28 marzo 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *